Isola di Naxos

Naxos è l’isola più grande e più fertile delle Cicladi. Alte montagne, fertili valli, altopiani, fiumi e sorgenti, grotte, grandi spiagge ed estese dune sabbiose con rari alberi di Cedro del Libano convivono armoniosamente su questo piccolo pezzo di terra immerso nel mare Egeo.

Naxos è una delle poche isole abitate dall’antichità fino ai giorni nostri (fine 4° millennio A.C.).
A Naxos è’ possibile leggere la storia dell’Egeo, basandosi sulle tracce e sui manufatti lasciati dall’uomo nelle varie epoche disseminati in tutta l’isola,. La Naxos odierna, gode dell’atmosfera cosmopolita di un moderno centro turistico mantenendo comunque ancora cultura e tradizioni popolari.
Chora, centro amministrativo e porto dell’isola è una città moderna che offre comfort e servizi: ospedale, banche, ristoranti, taverne, caffè bar e negozi per tutte le esigenze di shopping. Gode anche di una vivace vita notturna che non si interrompe con la fine della stagione turistica come la maggior parte delle isole ma continua durante tutto il corso dell’anno.
Le famose e chilometriche spiaggie di sabbia color platino della costa di sud-ovest sono conosciute e apprezzate in tutto il mondo.
Per conoscere bene Naxos si deve viaggiare verso l’interno dell’ Isola, verso i villaggi di montagna, percorrendo a piedi i sentieri che l’attraversano da un capo all’altro, fermadosi ad ascoltare il violino e il liuto alle feste di paese e inebriandosi dei profumi e delle energie che l’isola emana.

Attrazioni Museo archeologico (Castello Veneziano-Città Vecchia) In mostra: Reperti degli scavi- opere d’arte e di vita quotidiana dal periodo Preistorico al periodo Bizantino (4° millennio A.C. – 6° Sec. D.C.). Il museo è ospitato nella vecchia scuola commerciale (costruita nel 17° Sec.), situata all’interno del Castello Veneziano.

Sito archeologico di Grotta (Piazza del Duomo) Sotto la Piazza del duomo, gli scavi hanno portato alla luce parte della città di Naxos risalente all’epoca Micenea (1300 A.C.). L’area è aperta al pubblico.

Portara (il marchio dell’isola) Costruito sulla piccolissima isola di Palatia, confinante con il porto di Chora, il gigantesco e maestoso portale in pietra marmorea, del tempio dedicato al Dio Apollo. Fu costruito nel 6° Sec. l’era del tiranno Lygdami, quando Naxos era un centro commerciale e culturale dotato di una grande flotta navale.

Il Castello Veneziano Un antico borgo circondato da mura, situato sulla collina al centro di Chora, realizzato durante la dominazione veneziana (1204-1537).

Kouros (Flerio) A Flerio, nella verde vallata vicino al villaggio di Melanes, si trova la statua incompiuta di un Kouros (Figura maschile giovanile) realizzata nel 7° Sec. A.C. La statua misura (6,4 metri).

Kouros (Apollo) Vicino al villaggio di Apollonas, la statua giace a terra nella cava dove venne scolpita, un incompiuto Kouros risalente all’inizio del 6° Sec. A.C. La statua è alta 10,45 metri.

Protothroni (Vergine) La chiesa di Panagia Protothroni (9°-10° Sec. D.C.) si trova nel villaggio di Halki (tragea), è la più grande chiesa bizzantina a Naxos. La chiesa è di grande interesse storico per gli strati sovrapposti di affreschi che ricoprono le pareti. La chiesa funziona come tale, dai primi tempi del cristianesimo a oggi.

/